Profilo dell’ente

La Fabbriceria ha origini antichissime e i primi documenti risalgono al 1227 donazioni confermate dal Pontefice Gregorio II.
Sul portale principale della Cattedrale una iscrizione ricorda che i due leoni esterni sono stati fatti eseguire nel 1281 da "Guido, Nicola, Bernardino e Benvenuto del Laborerio".
La Fabbriceria fu costituita in perpetuo con Bolla del 4 gennaio 1448 da Papa Niolò V. In virtù di questa Bolla, ogni anno quattro persone (due canonici della Cattedrale e due laici nominati dal Comune di Parma) erano eletti per l'amministrazione dei beni della Fabbrica.
La disposizione venne confermata da Paolo II il 29 ottobre 1548 e la continuità della allora denominata Veneranda Feabbrica è testimoniata dalla documentazione esistente nell'Archivio della Fabbriceria.
Con la Legge 27 maggio 1929 n. 848 e relativo Regolamento emanato con R.D. 2 febbraio 1929 n. 2282 la Veneranda Fabbrica ha assunto la attuale denominazione di Fabbriceria della Basilica Cattedrale ed i Fabbriceri sono passati da quattro a sette, nominati ogni tre anni dal Ministero degli Interni.
Attualmente, la Fabbriceria è regolamentata ai sensi delta legge 20.05.1985 n. 222 e dal regolamento approvato con D.P.R. 13 febbraio 1987 n. 33.
La Fabbriceria è dotata di statuto, approvato dal Ministero degli Interni con D. M. 15.07.1989.